slideshow 16 slideshow 1 slideshow 2 slideshow 3 slideshow 4 slideshow 5 slideshow 6 slideshow 7 slideshow 8 slideshow 0 slideshow 9 slideshow 10 slideshow 11 slideshow 12 slideshow 13 slideshow 14 slideshow 15

Fulvio Gualtieri

Messaggio di Gianluca Sbardella 24 febbraio 2020

Cari soci,

come molti di voi hanno già appreso, ho l'ingrato compito di comunicarvi la triste notizia della scomparsa del Prof. Fulvio Gualtieri. Per molti, moltissimi di noi che lo hanno conosciuto come docente, collega, mentore, amico, non serve ricordare chi fosse il Prof. Gualtieri e quanto abbia contribuito alla Chimica Farmaceutica italiana.

Per i pochi che non avessero avuto l'occasione di conoscerlo, voglio ricordare che Fulvio Gualtieri è stato uno studioso di elevato profilo scientifico che ha dedicato la sua attività di ricerca allo studio della Chimica dei ligandi recettoriali, nonché allo studio dei modulatori dei canali del calcio e della Multidrug Resistance (MDR). E’ stato autore di circa 200 pubblicazioni e di molti libri e contributi in volume in vari campi della Chimica Farmaceutica, tra cui (ma non solo) il concetto del frozen analogue approach.

Ha svolto buona parte della sua carriera accademica all'Università di Firenze, anche come Preside della Facoltà  di Farmacia e Direttore del Dipartimento di Scienze Farmaceutiche e poi (dal 2010) come Professore Emerito, ma è stato docente anche nelle Università  di Camerino, dove è stato anche Preside della Facoltà  di Scienze, e di Palermo. Ha svolto periodi di studio all’estero presso lo Stanford Research Institute di Palo Alto (CA, USA) e presso la Mc Gill University di Montreal (Canada).

Per molti anni, Fulvio Gualtieri è stato uno dei punti di riferimento della Divisione di Chimica Farmaceutica, del cui Consiglio Direttivo è stato membro (1980-1985) e Presidente (1992-1994).

Nel 1978 aveva organizzato il primo Simposio sulla Chimica dei Recettori che poi, in seguito alla fusione con un'iniziativa analoga della  Medicinal Chemistry Division of the Royal Netherlands Chemical Society, diede vita alla fortunata serie nota come Camerino-Noorwijkerhout Symposia on Receptor Chemistry.

Nel 1980, aveva fondato la Scuola Estiva di Chimica Farmaceutica, di cui è stato Direttore (1980-86).

Per tutti questi motivi, era stato insignito nel 1999 della prestigiosa Medaglia Giordano Giacomello e nel 2011 del sigillo della Divisione di Chimica Farmaceutica.

Il mio ricordo personale di Fulvio Gualtieri è legato proprio a un’edizione del Camerino-Noorwijkerhout Symposium, quella del 1997 a Noorwijkerhout, quando con la sua scanzonata ironia rese molto più facile la mia primissima comunicazione a congresso internazionale.

Alla famiglia, ai collaboratori che lo hanno affiancato negli anni e ai colleghi dell’Università di Firenze esprimo il sentito cordoglio del Consiglio Direttivo della Divisione
di Chimica Farmaceutica e mio personale. 
 

Gianluca Sbardella

Presidente Divisione di Chimica Farmaceutica

 

 

Messaggio SCI-List di Maria Novella Romanelli 24 febbraio 2020

 

Cari Colleghi,

con profondo dolore vi informo della scomparsa del Professor Fulvio Gualtieri, avvenuta oggi 24 Febbraio.
Laureatosi in Chimica a Roma nel 1960, il Prof. Gualtieri ha svolto la sua carriera accademica soprattutto tra le Università di Camerino (1963-1980) e Firenze (1980-2009), svolgendo importanti studi sulla chimica dei recettori
colinergici, degli antagonisti del canali del calcio, delle sostanze ad azione nootropa e dei modulatori della  Multidrug Resistance. 
Tra i vari incarichi ricoperti nei due Atenei ricordiamo la Presidenza della Facoltà di Scienze di Camerino e la Presidenza della Facoltà di Farmacia di Firenze.
In ambito nazionale il Professor Gualtieri è stato membro del Comitato Consultivo 40% del MURST per il settore chimico (C03) dal 1988 al 1996, e membro della Commissione Permanente per la Farmacopea Ufficiale Italiana
dal 1993 al 1997. Il Professor Gualtieri è stato uno dei fondatori della Chimica Farmaceutica Italiana, contribuendo alla istituzione della Scuola Estiva di Chimica Farmaceutica di Urbino, attualmente  “European School of Medicinal Chemistry” (ESMEC), di cui è stato Direttore fino al 1986, e ricoprendo la carica di Presidente della Divisione di Chimica Farmaceutica della Società Chimica Italiana dal 1991 al 1994.

Per noi allievi di Firenze è stato Maestro, Collega e soprattutto Amico.

La salma sarà esposta domani 25 Febbraio, dalle 15, alle Cappelle del Commiato, via delle Gore, Firenze. Non ci sarà un funerale religioso, ma giovedì 27 Febbraio, la mattina alle 10 alle Cappelle del Commiato, la famiglia si riunirà con le persone che hanno conosciuto Fulvio e lo vogliono ricordare insieme.

Novella Romanelli

 

 

Copyright © 2012 Società Chimica Italiana. All Rights Reserved.